News/Eventi

30/05/2016

Internet, linea veloce nel Piacentino. Via libera in160 aree produttive emiliane: 13 le zone locali interessate

Via libera in tutta la regione al cablaggio di 160 aree produttive in Emilia-Romagna, finora sprovviste di fibra ottica e banda larga. Così anche in zone artigianali e produttive del piacentino arriverà la linea veloce per internet. Perle imprese interessate significa un balzo in avanti, grazie all’arrivo della banda larga e ultralarga. La giunta che fa capo a Stefano Bonaccini ha stanziato 26 milioni di euro per gli interventi e ha approvato la graduatoria delle aree ammesse, segnalate dai comuni grazie alla manifestazione di interesse aperta tra marzo e aprile da viale Aldo Moro. Le 160 aree produttive saranno dotate di fibra ottica entro il 2020: sono 35 a Bologna; 19 a Ferrara; 15 a Forlì-Cesena; 28 a Modena; 10 a Parma; 13 a Piacenza; 21 a Ravenna; 18 a Reggio Emilia. Solo una a Rimini. La realizzazione degli interventi – come detto a carico della Regione –è sostenuta con i fondi del Programma operativo regionale Fesr 2014-2020, che complessivamente destina allo sviluppo dell’Ict e all’attuazione dell’Agenda digitale circa 26 milioni di euro. «A queste aree - sottolinea l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi – offriamo la possibilità di colmare gli svantaggi infrastrutturali e di favorire lo sviluppo dell’area stessa mettendo le imprese nelle condizioni di competere sul mercato. In questo modo, inoltre, aggiungiamo un tassello alla realizzazione dell’Agenda digitale dell’Emilia-Romagna, il cui obiettivo è di estendere, entro il 2020, a tutto il territorio la copertura della banda ultra larga». «E’ questo un primo importante obiettivo raggiunto dal programma dell’Agenda digitale dell’Emilia-Romagna, il cui obiettivo è di estendere, entro il 2020, a tutto il territorio la copertura della banda ultra larga a 30 mega. Una dotazione tecnologica ad un numero così elevato di distretti è un fattore di sicura crescita del territorio regionale», aggiunge l’assessore regionale ai Trasporti, reti e infrastrutture materiali e immateriali, programmazione territoriale e agenda digitale, Raffaele Donini. A Piacenza beneficeranno dell’intervento: Colombarola di Gragnano, Sariano di Gropparello, Ronzone di Lugagnano, l’Area produttiva ecologica attrezzata di Piacenza, l’area industriale “Orsina” a Piacenza, quella di Montale, quella di Roncaglia, “Il Ghizzo” a Pontedellolio, Niviano di Rivergaro, l’area produttiva e artigianale di San Giorgio, l’area industriale di via della Caserma di Sarmato, Cabina di Vigolzone.